EVENTI 2017 F.V.B

DICEMBRE

1977. Luke Skywalker distrugge la morte nera, Tony Manero vince l'esibizione di ballo sulle note dei Bee Gees, Steve Wozniak realizza breakout usando il basic dell'Apple II, Chuck Peedle mette in commercio il primo Home Computer, il PET 2001 e milioni di bambini si divertono con l'Atari 2600.

Molte altre cose accodono in quell'anno e noi del Firenze Vintage Bit siamo qui per raccontarvelo.

Non vi perdete l'ultima conferenza dell'anno.

Ci aspettiamo.
NOVEMBRE

L'evento di riferimento per i collezionisti di retrocomputer e gli appassionati di archeologia informatica. Questa edizione è dedicata ai 30 anni di Amiga 500, l'innovativa macchina di casa Commodore che ha rivoluzionato il modo di fare grafica e suono con il computer.
Programma e info su www.retrocomputer.org/ed2017
OTTOBRE

Walter Pugi ci svelerà i segreti di un videogioco retrò in 

ANATOMIA DI UN VIDEOGIOCO

Per approcciare la realizzazione di un videogioco, dove grafica, sonoro e creatività si fondono per un unico scopo: il divertimento. Il tutto raccontato con esperienza da chi i videogiochi li ha creati davvero!
SETTEMBRE


1942. INGHILTERRA. Gli inglesi stanno perdendo la guerra. I sommergibili tedeschi hanno decimato la loro marina.
I nazisti comunicano tra di loro grazie a messaggi criptati e gli alleati devono trovare un modo per decriptarli. Centinaia di persone tra linguisti, traduttori e scienziati si mettono al lavoro, ma un uomo troverà la soluzione. Turing.

1960. IVREA. Pier Giorgio Perotto lavora in Olivetti. Come ingegnere elettronico gli è stato chiesto di andare a giro tra i reparti di montaggio dell’azienda e verificare se l’elettronica “moderna” può semplificare la costruzioni delle calcolatrici meccaniche.
Perotto, insieme ai suoi giovani collaboratori, si chiude in una stanza e dopo 3 anni di lavoro mostra la sua
invenzione, la Olivetti 101, ma non è una semplice calcolatrice…..

1971. CALIFORNIA. Al suo primo giorno di lavoro in Intel, Federico Faggin è già in ritardo di 6 mesi sul progetto.
I giapponesi sono arrabbiati perché qualche dirigente americano gli aveva garantito che la miniaturizzazione del microprocessore era una realtà.
L’unico problema è che ancora nessuno ha trovato il modo di farlo.

3 storie scelte per voi che narrano la nascita e l'evoluzione del computer fino ai tempi di oggi.

Il tutto vi sarà raccontato in modo divertente e spensierato solo come noi del Firenze Vintage Bit sappiamo fare.
LUGLIO

Alle ore 21:00 saremo al centro culturale della Proconsuma con la conferenza "Da MACRO a micro", ovvero come il computer, da grande, divenne piccolo.
GIUGNO

Carissimi. Siamo arrivati all'ultimo evento prima delle vacanze estive. 
Un evento un po' diverso dal solito e meno impegnativo. 
Un piccolo esperimento per vedere se anche un retro-cineforum-tecnologico puo' far parte del DNA dell'associazione. 
In mancanza delle 12 bobine della "corazzata Potemkin" noi vi proponiamo Micro Men. 
Micro Men è un film del 2009 per la televisione prodotto dalla BBC, ambientato tra il 1978 e il 1984, sull'ascesa dei microcomputer inglesi. 
Tratta della rivalità tra Sir Clive Sinclair, lo sviluppatore dello ZX Spectrum, e Chris Curry, l'uomo che ideò il BBC Micro. 
Noi ce l'abbiamo per voi .....in inglese, e abbiamo anche i sottotitoli ..... in italiano. 
Dopo la visione ci aspettiamo da voi un vivace dibattito.
MAGGIO

Dovevano stupirci con effetti speciali. Promettevano di farci provare nuove sensazioni. Dovevano cambiare il mondo dei videogiochi ma.......... non ci sono riuscite.

Federico Gori torna con un secondo capitolo. Questa volta le console sotto esame sono sole 3: 
Lynx, una delle prime console portatili a colori; 
Vectrex, geniale console che utilizzava la tecnologia vettoriale; 
3DO, una console da una potenza inespressa.

Speriamo di finire prima di mezzanotte questa volta.
APRILE

Saranno stati i suoi 4096 co
lori, la potenza del suo Motorola 68K, il suono stereofonico generato da 4 canali audio o semplicemente capolavori come «Another world» e «Shadow of the beast» il motivo per cui molti abbandonarono gli 8 bit per passare ai 16.
Alberto Peri ci racconta la tecnologia che stava dietro l'architettura di uno dei computer più belli di sempre. L'Amiga.
MARZO
La domenica con lo Z80
Federico Faggin lasciò Intel per poter realizzare il proprio progetto, un microprocessore economico e rivoluzionario, che chiamò Zilog Z80.
Walter Pugi torna con il suo Assembler dello Z80 dedicando una intera giornata alla programmazione di questo straordinario microprocessore.
Sarà l'occasione per rivisitare un nuovo set di istruzioni che hanno reso unico questo microprocessore tra gli altri a 8 bit.
La partecipazione è libera e gratuita, mentre per rimanere a pranzo è obbligatorio prenotare il post

FEBBRAIO
Il museo "Tellini DAGOMARI" di Prato ci introduce alle calcolatrici degli anni '30, '40 e '50.
Sarà l'occasione per riscoprire insieme le basi del calcolo numerico.

GENNAIO
Erano i primi anni '80 ed erano altri tempi.Un nuovo prodotto entrava nelle nostre case.
Era l'Home Computer, il cervello elettronico per tutti che prometteva di cambiare la vita di tutte le famiglie italiane.

....... anche della mia.